Archivi categoria: Chi siamo

FABIO COLLEONI

Costruire il domani

Questa affermazione che accompagna il simbolo della lista che mi sostiene ha un significato profondo per me.

Ho sempre dedicato il mio tempo alle attività sociali e amministrative, cercando di essere utile alla mia comunità. Non mi sono mai fatto incantare da possibili carriere politiche. Non mi interessa.

Cresciuto come volontario nel Gruppo Caritativo Missionario, ho svolto ruoli amministrativi nel nostro Comune come assessore e come consigliere. Conosco bene la macchina amministrativa e conosco bene il nostro paese.

E quando mi hanno chiesto di candidarmi a Sindaco, dopo una prima perplessità, ho accettato con entusiasmo perché a chiederlo erano soprattutto giovani. Perché è a Calusco che vivo e da sempre risiedo con la mia famiglia ed è qui che mi sento parte di una comunità.

Se mi darete fiducia, svolgerò questo compito con spirito di servizio, come sempre, cercando di mettere la mia esperienza a disposizione dei giovani e di tutti i cittadini di Calusco.

Tanti mi stanno affiancando nella costruzione di un progetto in cui Calusco e soprattutto gli abitanti di Calusco siano al centro: la persona, cuore della comunità.

Mi conoscete, non potrei comportarmi diversamente.

Un progetto che mette al centro la persona è per molti versi rivoluzionario per Calusco che in questi anni si è fortemente impoverita sul piano sociale e culturale.

Mettere al centro la persona vuol dire fare scelte importanti, in materia urbanistica, viabilistica, ambientale. Vuol dire pensare a come la nostra comunità si possa sviluppare generando posti di lavoro. Vuol dire comprendere l’immigrazione, gestirla e trasformarla in integrazione, nel rispetto delle tradizioni, della cultura e del territorio.

Vuol dire pensare a Calusco parte integrante dell’Isola, protagonista di una crescita armoniosa, progettata con attenzione, in modo condiviso e non imposto.

Vuol dire credere nella scuola come fulcro della crescita della comunità, vuol dire pensare alla famiglia e ai singoli nelle diverse età e fasi della vita, pensando agli anziani come risorse e non come a un problema.

Vi aspetto per raccontarvi come vorremmo migliorare il nostro paese. Seguitemi negli incontri, sul sito, su facebook. Fermatemi per strada e ditemi la vostra. Il domani di Calusco lo costruiremo insieme.

Gilda Arzuffi

22 anni, nata a Bergamo il 21/07/1994 e risiedo da sempre a Calusco d’Adda con mio padre Giulio e mia madre Tilde Gualandris.

Diplomata al Liceo Linguistico Giovanni Falcone di Bergamo, studio Scienze della Mediazione Linguistica, all’Università degli Studi di Torino. Ho finito di frequentare le lezioni, quindi vivo stabilmente a Calusco.
Studio inglese, francese e tedesco, sono stata sei mesi in Erasmus in Germania a Münster (Vestfalia) e questo mi ha reso molto indipendente e capace di adattarmi alle difficoltà.

Faccio parte del direttivo del Comitato Gemellaggio Calusco-Volmerange e grazie alla mia conoscenza della lingua fungo spesso da interprete e traduttore.
Ho viaggiato spesso in tutto il mondo e vorrei applicare nel mio comune tutto ciò che ho imparato durante la conoscenza di altre culture e legislazioni.

Mia madre, segretaria, mi ha trasmesso la passione per le “scartoffie”. Sapendo di studiare tutt’altro, ho seguito corsi di formazione specifici per amministratori.

Non mi occupo di politica, è come dire non mi occupo della vita. (Jules Renard)

Fulvio Boy

Mi chiamo Fulvio, ho 56 anni e sono nato a Milano; sposato con Donatella ho due figli, Andrea e Valentina che mi hanno reso nonno di Arianna e Nicolò.

Diplomato in ambito turistico, sono Dirigente e Responsabile di ramo di una Compagnia di Assicurazione multinazionale e, nel merito, mi occupo di coperture industriali per aziende internazionali.

Appassionatissimo di giochi di strategia e gestionali da tavolo; libri, fumetti e saghe fantasy; ho nel passato anche ricoperto il ruolo di aiuto allenatore del settore giovanile di diverse società dilettantistiche nonché dirigente accompagnatore.

Risiedo a Calusco dal 1994 e stanco di assistere passivamente al lento “addormentarsi” del paese in cui risiedo, ho deciso di sostenere totalmente il programma di Calusco Unita e scendere in campo in prima persona a per portare una ventata di aria nuova specialmente nell’ambito dell’Ambiente e Territorio.

Maurizio Brescia

Mi chiamo Maurizio Brescia, ho 31 anni e vivo da sempre a Calusco d’Adda più precisamente a Vanzone.

Ho conseguito il diploma di “Tecnico delle industrie elettroniche”, ho fatto diversi lavori, ma da 10 anni lavoro, presso un’azienda di Madone che produce isolatori per linee elettriche, come collaudatore elettrico.

Nel 2011 sono stato tra i fondatori del circolo giovanile GD Calusco che ha permesso a molti giovani Caluschesi di fare esperienza politica e di interessarsi dei problemi del nostro paese.

Questa esperienza mi ha portato a mettermi in gioco in prima persona sostenendo il progetto di “Calusco Unita” e la candidatura di Fabio, perché questa lista ha come obiettivo primario l’unità di Calusco e sono convinto che tutti insieme riusciremo a rendere più vivibile e più sicuro il nostro paese.

Lino Cassese

Mi chiamo Pasquale Simone Cassese, ma per tutti sono semplicemente Lino, ho 31 anni e da sempre vivo a Calusco d’Adda. Sono cresciuto nella contrada di Montello.

Laureato in Scienze Filosofiche, per anni mi sono dedicato al giornalismo, collaborando con numerose testate locali e nazionali. Ho avuto la fortuna, inoltre, di insegnare, come docente di Filosofia presso il Liceo Artistico Statale “Giacomo e Pio Manzù” di Bergamo. Attualmente sono impiegato presso una nota azienda di Bottanuco, occupandomi di energie rinnovabili.

Nel mese di settembre 2011 sono stato tra i fondatori del circolo giovanile GD Calusco, di cui sono stato il responsabile fino a novembre 2013 con l’obiettivo di dare a tanti giovani caluschesi la possibilità di fare esperienza nella politica, motivandoli a impegnarsi in prima persona per cambiare le sorti del Paese. Attualmente sono Segretario del circolo PD di Calusco d’Adda e membro dell’assemblea nazionale del Partito Democratico. Sono volontario del Comitato Gemellaggio Calusco, di cui sono membro del direttivo e referente con la Consulta delle Associazioni.

Da tre anni sono consigliere comunale di minoranza, portando all’attenzione del consiglio comunale le problematiche e i temi sensibili alla cittadinanza, che ho sempre cercato di coinvolgere in prima persona.

Con lo stesso sentimento e la stessa determinazione con cui ho lavorato in questi anni in consiglio comunale, mi metto a disposizione di Calusco Unita e di Fabio, che ringrazio per concedermi l’opportunità di mettermi al servizio del mio paese.

Dario Colleoni

Sono Dario Colleoni, ho 21 anni e sono nato a Bergamo il 17 ottobre 1995. Abito a Calusco d’Adda, nella contrada Torre; attualmente sono studente di infermieristica a Milano.

Nonostante la mia giovane età, ho sempre cercato di impegnarmi attivamente a sostegno della comunità: qualche anno fa ho svolto il ruolo di catechista all’interno della parrocchia di Calusco e collaboravo come volontario in un’associazione per diversamente abili di Terno d’Isola. Dal 2014 sono soccorritore volontario nell’Associazione Croce Bianca di Calusco.
Ho sempre creduto nell’attività del Volontariato, valori che mi hanno trasmesso i miei genitori, ai quali devo tantissimo per l’educazione che mi hanno dato e per gli ideali che mi hanno trasmesso.
Amo lo sport e la natura: ho praticato Basket, sport che mi ha insegnato l’importanza del lavoro di squadra. Sono istruttore del Canoa Kayak Club Calusco e conosco il valore del nostro territorio e del fiume Adda, un tesoro da proteggere, tutelare e salvaguardare.

Essendo il futuro interesse di Noi giovani, sono fermamente convinto che proprio Noi giovani dobbiamo prendere parte sempre di più alla vita di Calusco, partecipando in prima persona nel mondo del volontariato, dell’associazionismo e della politica. Per questo motivo ho deciso di collaborare con la lista civica Calusco Unita.

Barbara Locatelli

Mi chiamo Barbara Locatelli, ho 45 anni e vivo a Calusco d’Adda da sempre. Sono sposata e ho tre gli di 9, 11 e 13 anni.

Laureata in Lingue e Letterature Straniere, insegno inglese in vari ambiti: sono docente nella scuola statale di Mapello e come esperto esterno in scuole dell’infanzia con progetti di lingua inglese rivolti a bambini in età pre-scolare. Ho insegnato per 10 anni agli adulti e negli ultimi anni ho attivato corsi per bambini e contribuito alla preparazione dei ragazzi della secondaria alle certificazioni Cambridge.

Ho insegnato italiano al corso per le mamme straniere organizzato da Age. Da dieci anni partecipo attivamente alla vita scolastica, come rappresentante nei vari ordini di scuola, dall’infanzia alla secondaria, come membro della Commissione Mensa, membro del Consiglio d’Istituto, fino ad esserne oggi il Presidente.

Insieme a tanti genitori ho partecipato alle varie iniziative promosse dal Comitato Genitori a favore della scuola perché credo profondamente che il benessere sociale nasca dalla voglia di collaborare, dal dialogo, dalla condivisione.

Credo che la scuola debba essere riconsiderata per il suo valore educativo, e sociale. La collaborazione tra scuola, famiglia, amministrazione e realtà territoriali è il punto di partenza per crescere bambini e ragazzi competenti, corretti, rispettosi degli altri e del bene comune.

Sono convinta che ognuno di noi, nel limite delle proprie possibilità, possa essere parte attiva nella vita del paese e contribuire alle scelte che condizionano le sorti dei suoi cittadini e delle future generazioni.

Alice Maggioni

Mi chiamo Alice Maggioni, ho 29 anni e sono laureata in Lettere e Filosofia. Ho lavorato in una casa di produzione cinematografica, Lab80 e attualmente insegno in un istituto superiore.

Ho sempre coltivato una forte passione per il teatro quindi, quattro anni fa, ho creato una compagnia di teatro a Calusco, Persinsala e mi occupo di teatro per bambini. Ho fondato Inartegiovani, un’associazione culturale, di cui sono presidente, che agisce sul nostro territorio e si occupa principalmente di organizzare eventi e attività che promuovano la cultura in tutte le sue forme. Con la mia associazione ho potuto partecipare attivamente a molte attività del nostro comune, come la rassegna cinematografica, il concorso letterario Una Storia Breve e il progetto Io mi metto in gioco specifico per ragazzi adolescenti.

Da sempre vivo a Calusco e negli ultimi anni ho avuto la fortuna di entrare nel mondo associativo in modo attivo. Ho collaborato con associazioni che si occupano di ragazzi e insieme abbiamo creato progetti culturali pensati per quella specifica fascia d’età. Questo mi ha permesso di farmi un’idea precisa di come vorrei che fosse la cultura nel mio paese: una risorsa per tutti, un veicolo per coinvolgere e unire la comunità.

Sono grata a Fabio per avermi coinvolta in Calusco Unita, per me è l’occasione concreta di potermi mettere in gioco per il mio paese attraverso un progetto in cui credo.

Giuseppe Montanelli

Sono nato a Lecco il 18/05/1968, sono coniugato e ho due gli. Risiedo a Calusco d’Adda da 25 anni.

Ho conseguito la Laurea Triennale di Educatore Professionale presso l’Università degli Studi di Brescia e la Laurea Magistrale in Scienze Cognitive e Processi Decisionali presso l’Università degli Studi di Milano.

Ho sempre svolto la mia professione in ambito sociale, prima con varie esperienze rispetto alla disabilità, ai minori e al disagio giovanile e dal 1999 svolgo la mia professione presso il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Lecco. Nello specifico mi sono occupato di riabilitazione sociale e di percorsi di reinserimento e inclusione lavorativa; ho sviluppato progetti di lavoro di rete fra le realtà territoriali dei servizi sociali e del terzo settore, delle associazioni di volontariato e delle cooperative sociali.
Attualmente svolgo la mia professione presso una Comunità Riabilitativa per persone con problematiche psicosociali.

Perché PARTECIPAZIONE ATTIVA non resti solo una parola o uno slogan, una “buona amministrazione” dovrebbe essere capace di creare le condizioni per cui ogni cittadino possa contribuire ai processi decisionali e alle scelte strategiche riguardanti il territorio in cui vive. Questo getterebbe le basi per la ricostruzione di una relazione concreta fra chi è chiamato a governare e i cittadini.
Se tante formiche si mettono d’accordo possono spostare un elefante. (proverbio del Burkina Faso)

Lidia Parma

Mi chiamo Lidia Parma, ho 64 anni, sono nata a Carnate, ma vivo in provincia di Bergamo dal 1972, a Calusco d’Adda dal 1994. Ho due figlie e tre nipoti.

Faccio l’insegnante di scuola dell’Infanzia, lavoro da trent’anni presso la scuola dell’infanzia di Vanzone. Una scuola sempre in ricerc-azione, attenta allo sviluppo della persona e ai mutamenti del contesto sociale in cui è inserita.

Sono Praticienne (servente del gioco del dipingere) di Closlieu, atelier di pittura creato da Arno Stern. Attività rivolta a tutti, da tre a novant’anni.

Sono presidente dell’associazione “il segno, il colore” di Bergamo, che si occupa di diffondere gli studi di Arno Stern e di promuoverne il Closlieu. Appartengo all’associazione Solidea di Calusco D’Adda. Donne impegnate a costruire un tessuto sociale di pace e convivenza civile.

Sto per andare in pensione. Sarei felice di dare il mio contributo e mettermi al servizio della comunità.

Non puoi fissarti su quello che non va bene. C’è sempre un modo per cambiare le cose.

Sabino Paulicelli

Mi chiamo Sabino Paulicelli, sono nato a Bari da una famiglia di commercianti insolitamente progressisti e abbastanza lungimiranti da mettere nelle mani dei loro gli uno dei primissimi personal computer (all’epoca si pensava che l’informatica fosse una stravagante moda passeggera). Da allora la passione per le tecnologie non mi ha mai abbandonato, lavoro da 8 anni come tecnico informatico per una grande multinazionale e sono attivo nel campo da circa 15 anni.

Prima di questo, ho prestato servizio civile presso l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) in sostituzione del servizio di leva, esperienza che ha cambiato la mia vita ed ha aperto i miei occhi su temi fondamentali come la disabilità e l’importanza dell’accessibilità.
Dal 2016 sono un donatore di sangue AVIS e consiglio a chiunque la stessa scelta.

Ho 37 anni e vivo a Calusco D’Adda da 3 anni con la mia meravigliosa moglie Elena i nostri 2 bellissimi cani, Ares e Siria.
Adoro vivere a Calusco per la bellezza del suo territorio e per la ricchezza di possibilità che offre, ed in pieno accordo con il programma di Calusco Unita, offro le mie competenze e le mie idee a disposizione della comunità.

A Calusco ho trovato una comunità di persone calorosa ed estremamente accogliente, tutti sempre pronti a coinvolgere e a dare una mano. È arrivato il momento di mettere le mie competenze ed il mio tempo al servizio della mia città e restituire il favore, insieme a Calusco Unita per scegliere Fabio Colleoni Sindaco di Calusco.

Efrem Previtali

Sono Efrem Previtali, nato a Bergamo il 13 giugno 1969. Risiedo da sempre a Calusco.

Ho conseguito il diploma di perito elettronico nel 1988 presso I.T.I E. Breda di Sesto San Giovanni.

Dopo aver prestato il servizio militare nel corpo degli Alpini, ho lavorato per circa vent’anni in alcune Aziende nel settore Elettro-Meccanico come tecnico di laboratorio prima e responsabile di produzione e vendita poi.
Nel 2013 presso il centro studi Synapsy di Bergamo conseguo il diploma di massoterapista M.C.B facendo diventare quella che era una mia passione la mia attuale professione.

Subito dopo il congedo entro a far parte del gruppo di Calusco dell’Associazione Nazionale Alpini, di cui ricopro tutt’ora il ruolo di consigliere, e fino a pochi anni fa nel nucleo di protezione civile dell’Associazione ricoprendone per un periodo il ruolo di Coordinatore.
Sono iscritto nei ruoli tecnici della F.I.G.C come massaggiatore e seguo da diversi anni l’ A.D. Calusco Calcio e precedentemente
altre Associazioni Sportive.

Credo che il compito principale per chi amministra un paese sia prendersi cura delle persone che ci vivono. Per me “prendersi cura” non significa guarire, curare, ma saper sostenere accogliere e soprattutto saper ascoltare chi sta vivendo momenti di fatica e di disagio, momenti che tutti noi attraversiamo nella nostra vita.

Anna Vitali

Mi chiamo Anna, ho 22 anni e sono cresciuta nella contrada Centro, dove vivo con la mia famiglia.

Dal 2015 sono attivista dell’associazione “Libera contro le mafie”, grazie alla quale ho avuto la possibilità di conoscere molte realtà e di partecipare ad attività sociali, legate all’ecologia e all’anti-corruzione, nel nostro territorio e in tutta Italia.

La mia passione per la salvaguardia ambientale mi ha portata, nel 2013, a diplomarmi all’Istituto Tecnico Agrario di Bergamo e successivamente a intraprendere gli studi in “Scienze e Sicurezza Chimico-Tossicologiche dell’ambiente” all’università degli studi di Milano, percorso che concluderò a luglio di quest’anno.

Ho subito deciso di sostenere il progetto di “Calusco Unita” e la candidatura di Fabio Colleoni perché credo fermamente nei valori su cui si basa questa lista. Valori che mettono al centro dell’attenzione la persona, l’ambiente che la circonda e di conseguenza la vivibilità del nostro paese.

Sono sicura che insieme riusciremo a rendere Calusco più sicuro, pulito e vivibile.

Credo che la salvaguardia dell’ambiente sia fondamentale per una migliore qualità di vita. Ognuno di noi si merita una Calusco più pulita.